La Torre dell'Orologio è sicuramente una delle torri più belle e particolari visibili a Vicopisano. Vari elementi concorrono a renderla così interessante: la sua antichità, la sua notevole altezza, la presenza della serie completa di mensole che un tempo sorreggevano lo "sporto" ligneo, il fatto che nei secoli sia stata riutilizzata come torre campanaria. 

Attualmente la torre è adibita a campanile mediante l'aggiunta di un tetto a quattro spioventi, ma la struttura originaria è del XII-XIII sec. e con tutta probabilità fu costruita con intenti militari, come torre di controllo della strada che portava all'antico castello di Vico, posto nella zona del Palazzo Pretorio. 

Costruita interamente in verrucano, salvo alcuni metri della parte sommitale frutto di interventi susseguitisi a partire dal XVI sec, è caratterizzata da un gran numero di mensole che nel medioevo sorreggevano le strutture lignee (sporti) addossate all'esterno della stessa. Sono ancora ben visibili i portalini con arco ogivale che davano accesso agli sporti stessi. La torre è conservata per un altezza di 20 m. ed ha un aspetto slanciato conferitole dalla pianta irregolare (3.8x5.6 m.). Da alcuni particolari costruttivi ed iconografici la torre è associabile per periodo di costruzione al Palazzo Pretorio.
Quando la torre perse la sua originaria funzione offensiva/difensiva fortunatamente non fu distrutta, ma fu riutilizzata come torre campanaria proprio per la sua notevole altezza. L'orologio conservato sul lato Ovest ha ancora i meccanismi del XVIII sec. ma è documentato sin dal XVI secolo.