Uliveto Terme, un piccolo paese avvolto nel verde collinare toscano dove impera la pianta di ulivo, deve la sua storia ed il suo sviluppo principalmente alla Fonte dell'acqua che porta il suo nome.
Questa prestigiosa Fonte era conosciuta in un passato abbastanza remoto dagli agricoltori e dalla gente dei paesi vicini, che affluivano a questa Fonte detta "il Bagno antico", per prendere quest'acqua che "aveva un sapore ed una ristorazione diversa".

Spesso per riempire le fiasche si doveva attendere del tempo per la lunga fila di persone che avevano avuto benefici dal consumo di questo importante prodotto naturale.
La notizia storica viene documentata da Ludovico Antonio Muratori (1672-1750) che riporta un documento del mille, in cui si parla del "Balneum et Fontanam" di Uliveto, ribadendo il ruolo importante della città di Uliveto; già a quei tempi erano noti gli effetti non solo dissetanti, ma anche salutari di quest'acqua.

E fu più tardi che un medico, il Giuli, indicò chiaramente gli effetti benefici di quest'acqua, tanto che il suo studio fu guardato con attenzione da altri illustri clinici italiani come Grocco, Fedele, Zoja, che contribuirono allo sviluppo degli impianti termali.
Nel 1910, considerata l'importanza benefica per la salute di quest'acqua, fu costruito il primo impianto di imbottigliamento della Società per Azioni "Acqua e Terme di Uliveto". Purtroppo gli antichi stabilimenti furono completamente distrutti dai bombardamenti del 1944, motivo per cui fu necessario ricostruirli cercando di integrare le strutture superstiti.

La salubrità e l'efficacia di quest'acqua affondano le loro radici in tempi remoti. Tuttavia gli studi più recenti hanno confermato quanto il tempo e la tradizione ci avevano trasmesso, quanto era stato legittimato proprio dalle popolazioni di Uliveto, di Vicopisano, di Pisa e di molte località della Toscana.


Attraverso sperimentazioni cliniche approfondite si scoprì che quest'acqua, classificabile come bicarbonato-calcica, doveva proprio alla sua ricchezza di bicarbonati e di calcio, la sua dimostrata efficacia nel correggere numerosi stati di disfunzione dell'apparato gastro-enterico.
Essa risulta particolarmente utile soprattutto dove è necessario correggere certi stati di acidosi, spesso inapparenti ma sempre pronti ad esprimersi (stati febbrili, diabete, diete squilibrate, fumo di sigarette, etc.). Per questa ragione, quando le funzioni gastriche incominciano, per vari motivi, a creare problemi, l'azione dell'acqua di Uliveto è molto utile.

Le terme possiedono un padiglione dove si effettua la mescita, inoltre è possibile passeggiare con tutta tranquillità all'interno dello splendido parco termale, dotato di impianti sportivi come la piscina ed i campi da tennis. All'interno del Parco è possibile ammirare la Chiesetta Romanica di San Martino al Bagno Antico.

A poca distanza dal Parco, sorgono gli stabilimenti dove viene imbottigliata la famosa Acqua di Uliveto, conosciuta ed apprezzata a livello nazionale.

Per maggiori informazioni www.termediuliveto.it