STORIA
Il nome di questo paese ne indica chiaramente l'origine romana; deriva infatti da un fundus Lunianus, ovverosia "appezzamento di terra appartenente a Lunius". Tale tipologia di nomi, assai frequenti nella nostra zona, viene definita "prediale romano" cioè nomi che derivano da appezzamenti di terra ("predius") appartenuti a soldati romani. Infatti attorno all'80 d.c. tutto il territorio circostante a Pisa fu suddiviso in lotti di terra che furono distribuiti in premio ai veterani dell'esercito. Alcuni di questi appezzamenti agricoli dettero vita a forme di insediamento stabile che mantennero inalterato l'antico nome romano anche in epoca medievale.
 
Nonostante l'origine romana di quel periodo non rimane nessun reperto, e la prima menzione certa di Lugnano è del 1005 e nei secoli successivi viene menzionata in atti in cui si parla di proprietà laiche e religiose legate alla città di Pisa.
 
Le attività più rilevanti in epoca moderna sono state la navigazione fluviale e le ceramiche artigianali.
 
I MONUMENTI
Sulla piazza principale è posta la chiesa dei Santi Quirico e Giulitta, documentata a partire dal 1137, ma successivamente più volte ristrutturata. Appena fuori dal paese è posta la chiesa di San Giorgio, già citata nel 1372 ma profondamente rimaneggiata nel Settecento e poi in gran parte ricostruita in stile romanico nel 1939, sono conservati i consistenti resti della villa fatta costruire dall'abate camaldolese Guido Grandi (1671-1742).