Bando multimisura Progetti Integrati Territoriali PIT - Anno 2016

Posted on: Gio, 13/10/2016 - 16:17   By: landi

Bando PSR 2014/2020 Regione Toscana “PIT” - Decreto 5351 del 5 luglio 2016

 


BANDO MULTIMISURA

“PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI – PIT

ANNUALITÀ 2016

 

I PIT (Progetti Integrati Territoriali) sono progetti che prevedono l'aggregazione di soggetti pubblici e privati mediante l'adesione ad un Accordo Territoriale finalizzato alla soluzione di specifiche problematiche locali ed all'attuazione di strategie mirate alla mitigazione o

all'adattamento ai cambiamenti climatici.

Tutte le aziende agricole interessate ed i portatori d’interesse dei territori coinvolti sono invitati a partecipare alla riunione di illustrazione del bando e della proposta di PIT per il giorno

 

 

GIOVEDI 27 OTTOBRE 2016 alle ore 17:30

Presso la sede dell’Ente Parco regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli, Tenuta di San Rossore loc. Cascine Vecchie – 56122 Pisa

 

 

La presentazione del PIT presuppone l'individuazione di una o più specifiche criticità ambientali connesse ad un territorio ben definito, nell'ambito delle seguenti tematiche:

- dissesto idrogeologico - protezione del territorio dal dissesto idrogeologico, contrasto ai fenomeni di desertificazione ai fini di una maggiore resilienza ai cambiamenti climatici;

- gestione e tutela delle risorse idriche - diversificazione degli approvvigionamenti, risparmio idrico, miglioramento della gestione delle acque e tutela dei corpi idrici;

- biodiversità - miglioramento dello stato di conservazione delle aree della Rete Natura 2000 e degli altri territori ad alto valore naturalistico;

- paesaggio - mantenimento o ripristino della diversità del mosaico ambientale tipico del paesaggio rurale toscano, recupero di aree degradate per dissesto o abbandono, salvaguardia del paesaggio storico in aree di particolare pregio;

- energia - diversificazione delle fonti di approvvigionamento attraverso la valorizzazione delle Fonti Energetiche Rinnovabili (FER).

È obbligatorio individuare, in maniera chiara ed univoca, la definizione del territorio interessato al progetto per omogeneità e contiguità.

I PIT consentono l'attivazione, nell'ambito dello stesso progetto, di una molteplicità di sotto-misure/operazioni del PSR:

- investimenti aziendali;

- investimenti non produttivi connessi all'adempimento degli obiettivi agro-climatico-ambientali;

- investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici;

- produzione di energia derivante da fonti rinnovabili nelle aziende agricole;

- sostegno alla cooperazione di filiera, sia orizzontale che verticale, per la creazione e lo sviluppo di filiere corte e mercati locali;

- sostegno per azioni congiunte per la mitigazione del cambiamento climatico e l'adattamento ad esso e sostegno per approcci comuni ai progetti e alle pratiche ambientali in corso.

Le opportunità di finanziamento in conto capitale per le sottomisure ed operazioni sono le seguenti:

sottomisura 4.1 – operazioni 4.1.4 e 4.1.5: contribuzione al 40% + 10% giovane agricoltore

sottomisura 4.4 – operazioni 4.4.1 e 4.4.2: contribuzione al 100%

sottomisura 5.1: contribuzione al 100% per gli Enti e aziende associate, 80% singoli agricoltori

operazione 6.4.2: contribuzione al 40%

sottomisura 16.4: contributo 70%

sottomisura 16.5: contributo 70%

L’Ente Parco regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli, in ampio partenariato composto dal Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno, i Comuni di Calci, Pisa, San Giuliano Terme, Vecchiano e Vicopisano, la Scuola Superiore Sant’Anna, altri enti ed organizzazioni, le Aziende

Agricole del territorio, soggetti del mondo della consulenza agro-ambientale, sta costruendo la proposta progettuale “PIT - Pianura pisana: dal mare alla fascia pedemontana” (titolo provvisorio). Le aree pedemontane del Monte pisano, la pianura, il Parco, le acque. Dai modelli della

crescita quantitativa ai modelli dello sviluppo locale: la valorizzazione del patrimonio territoriale, ambientale, energetico, rurale, paesaggistico. Un nuovo protagonismo per l’agricoltura.

Territorio di riferimento: Area protetta MSRM, pianura pisana compresa tra la fascia pedemontana, la bonifica di Vecchiano ed il canale Scolmatore.

Problematiche ambientali alla base della proposta di PIT:

- Stabilità dei versanti della fascia pedemontana;

- Frazionamento delle aree agricole e naturalistiche a causa della progressiva urbanizzazione delle aree di pianura;

- Abbandono delle aree agricole periurbane;

- Deterioramento della qualità delle acque;

- Perdita di identità dei luoghi a causa dell’abbandono delle opere caratteristiche del paesaggio;

- Perdita disponibilità terreni agricoli a causa degli allagamenti sempre più frequenti.

- Perdita di funzionalità idraulica e di habitat per l’interramento degli alvei.

Durante la riunione del 27 ottobre quale verranno affrontati nel dettaglio i seguenti argomenti:

a) il territorio nel quale si svilupperà il progetto integrato e le problematiche oggetto del PIT;

b) il Capofila;

c) le opportunità offerte dal PIT;

d) le modalità di adesione al progetto e di selezione dei partecipanti;

e) i vincoli e gli impegni del PIT;

f) le penalità previste per il mancato raggiungimento degli obiettivi del PIT;

g) la necessità di sottoscrivere un Accordo Territoriale tra tutti i partecipanti per la gestione dei rapporti interni, comprensivo dei riferimenti agli eventuali vincoli e penalità applicati in sede di attuazione degli interventi;

h) i soggetti e le forme di costituzione del beneficiario della sottomisura 16.5.

Gli interessati possono acquisire informazioni anche contattando direttamente i referenti dell’Ente Parco al tel. 050 539355 (da lun. a ven. tra le 9:00 e le 14:00) o promozione@sanrossore.toscana.it o della società GreenGea snc ai seguenti recapiti: info@greengeasnc.it o tel.

0505205340 (da lun. a ven. ore 9-19), oppure 345 51 01 449.

 

Allegati: 
Contatti: 
Ente Parco
Tel: 
050 539355
E-mail: 
promozione@sanrossore.toscana.it