Verbali: le sanzioni più comuni

Posted on: Mer, 26/09/2012 - 11:58   By: cerrai

  Mancata Comunicazione dati patente (art. 126 bis.)


Per ogni infrazione che prevede la decurtazione dei punti patente, come disposto dall’art. 126 bis C.d.s.



  • è sempre necessario che il proprietario comunichi il nominativo del conducente;

  • la comunicazione va fatta anche quando alla guida del mezzo sia lo stesso proprietario;

  • il proprietario ha 60 giorni dalla data di notifica per procedere alla comunicazione;

  • non è più automatica la decurtazione dei punti in capo al proprietario nel caso di suo silenzio;

  • in caso di silenzio, omessa comunicazione, il proprietario sarà soggetto ad una nuova ed autonoma sanzione prevista nel minimo edittale in 284 euro;

  • la comunicazione dei dati patente può essere presentata o direttamente al Comando, o spedita allo stesso con raccomandata.

La comunicazione potrà essere effettuata:



  • da parte del proprietario del veicolo con il modello allegato al verbale notificato, indicando il nominativo del conducente se diverso o il suo se alla guida del veicolo;

  • da parte del conducente, con l’apposito modello di dichiarazione (modello comunicazione dati patente).

Sosta su spazio invalidi.


La possibilità di sosta all’interno degli appositi stalli identificati da apposita segnaletica, è riservata alle presone invalide attraverso l’esibizione chiara e visibile dell’apposito contrassegno identificativo. Chiunque usufruisca dello stallo di sosta riservato non avendone i requisiti richiesti, sarà soggetto a sanzione amministrativa, prevista nella misura ridotta, pari a € 84, nonché alla decurtazione di 2 punti patente.


Sosta vietata per spazzamento.


Sul territorio del Comune di Vicopisano, al fine di provvedere alla manutenzione ed igiene delle strade e ed aree pubbliche, sono stati istituiti specifici divieti di sosta con rimozione coatta, idoneamente segnalati da apposita segnaletica orizzontale. E’ quindi vietata la sosta, nei giorni e nelle ore di pulizia, indicati dalla segnaletica, con conseguente sanzione amministrativa, prevista nella misura ridotta, pari a € 41, nel caso di inottemperanza.


Presentazione documenti.


Ogni qual volta si determini la necessità di dover presentare dei documenti, richiesti, ad esempio seguito di controllo di pattuglia, come la carta di circolazione, o in conseguenza di un accertamento sanzionato, come il tagliando assicurativo in corso di validità, il cittadino può adempiere tale onere presso il Comando. La presentazione dei documenti può essere fatta direttamente presso il Comando, durante gli orari di ricevimento al pubblico. È possibile presentare documenti anche per verbali o richieste emessi da parte di altri Comandi diversi da quello di Vicopisano, qualora tale possibilità sia prevista. Ottemperata la presentazione, all’interessato sarà rilasciato apposita ricevuta, mentre sarà cura del Comando trattenere o inoltrare, se la richiesta pervenga da Comandi esterni, i relativi documenti. È necessaria cura dell’interessato presentare rigorosamente i documenti entro i termini previsti dalla richiesta o dal verbale. Il termine di presentazione è perentorio. L’omissione o il ritardo di presentazione dei documenti prevede l’irrogazione di sanzione amministrativa, prevista nella misura ridotta, pari a € 419. Alcuni esempi:



  • mancanza della carta di circolazione;

  • mancanza della patente di guida;

  • mancanza dell’autorizzazione per l’esercitazione alla guida per quella categoria;

  • mancanza del certificato assicurativo esposto;

  • mancanza di targa prova, quando concessa autorizzazione per la circolazione di prova.

Revisione e ritiro della carta di circolazione.


L’obbligo di revisione è previsto dall’art. 80 del C.d.S.. Il primo obbligo di revisione per i veicoli va adempiuto al quarto anno dall’immatricolazione. In seguito la revisione va effettuata con scadenza biennale. La prima revisione va effettuata entro il mese di rilascio della carta di circolazione, successivamente ogni due anni, entro il mese corrispondente a quello in cui è stata effettuata l’ultima revisione. Nel caso in cui il soggetto venga fermato e sia accertata la mancata effettuazione della revisione periodica, sul documento di circolazione viene annotato che il veicolo è sospeso dalla circolazione fino alla effettuazione della revisione. E' prevista la sanzione amministrativa corrispondente, nella misura ridotta, a 168 euro.