La patente a punti

Posted on: Gio, 22/11/2012 - 10:21   By: lenzi.letizia

  

Cos’è la patente a punti.


Con l’introduzione della patente a punti, ad ogni titolare di patente sono stati attributi 20 punti complessivi, annotati presso l’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, gestito dal Ministero dei Trasporti. La diminuzione del punteggio è conseguenza del compimento di un infrazione per cui il C.d.S. prevede oltre che la sanzione pecuniaria amministrativa anche la decurtazione dei punti, secondo una tabella specifica. Per tutti i NEOPATENTATI, ovvero coloro che hanno conseguito la patente dopo il 1 ottobre 2003, per i primi 3 anni ogni violazione che comporti la decurtazione di punti sarà effettuata in misura doppia. Qualora non sia stato identificato il trasgressore e quindi non sia stato possibile procedere alla contestazione immediata, sarà necessario nel termine perentorio di 60 giorni dalla notifica del verbale di violazione procedere all’indicazione dei dati del trasgressore. In caso di omissione sarà applicata la sanzione prevista dall’art.  126 bis C.d.S. pari a 284 euro.


Saldo punti e decurtazione.


La decurtazione dei punti avviene a seguito di ogni definizione del verbale di contestazione, quindi pagamento, esito del ricorso, scadenza dei termini per il ricorso, attraverso un provvedimento disposto direttamente dal Dipartimento dei Trasporti Terrestri. Non sarà quindi direttamente l’organo che ha accertato l’infrazione a decurtare materialmente i punti. A seguito della decurtazione sarò inviata una comunicazione dal Dipartimento dei Trasporti Terrestri indicante il numero dei punti decurtati, il saldo punti, gli estremi della violazione che hanno causato la diminuzione del punteggio. Per conoscere in ogni momenti il SALDO PUNTI della propria patente di guida sarà possibile:



Termine dei punti.


La perdita dell’intero punteggio patente comporta la revisione della patente. Il titolare sarà invitato dall’Ufficio periferico dei Trasporti Terrestri competente per territorio rispetto al luogo di residenza a ripetere gli esami per il rilascio della patente. La revisione della patente dovrà essere effettuata entro 30 giorni dal momento in cui arrivi la comunicazione che la dispone. Se il conducente non effettua la revisione, la patente è sospesa. Da ciò ne consegue che il titolare non può più circolare fintanto che non abbia superato con esito favorevole le prove di esame richieste.


 


Recupero dei punti.


Se dalla commissione della violazione per cui sono stati decurtati i punti decorrono 2 ANNI senza che si compiano nuove infrazioni con decurtazione, determina la riattribuzione del punteggio complessivo. A coloro che non hanno mai visto decurtare i proprio punti, ogni 2 anni sarà attribuito un bonus di 2 punti fino a raggiungimento del massimo complessivo di 30 punti. Il recupero dei punti potrà avvenire anche frequentando appositi corsi presso le autoscuole autorizzate.