Occupazione suolo pubblico

Posted on: Gio, 22/11/2012 - 11:46   By: lenzi.letizia

 


  

Modalità di richiesta, costi e rilascio dell’autorizzazione.


Ogni qualvolta si renda necessario occupare temporaneamente il suolo pubblico, ad esempio per lavori di ristrutturazione di fabbricati, o per altri tipi di motivazioni, l’autorizzazione verrà rilasciata direttamente dall’Ufficio Polizia Municipale. La richiesta da presentare (modulo richiesta occupazione) dovrà essere corredata da una planimetria inerente l’occupazione del suolo pubblico. La presentazione della richiesta deve avvenire almeno 7 giorni prima della data stimata di inizio lavori. I termini di presentazione sono da considerarsi perentori, anche in considerazione dell’eventuale necessità di sopralluogo da parte degli agenti di Polizia Municipale, nonché di necessarie variazioni al normale regime di circolazione stradale sulle vie interessate. La domanda dovrà essere presentata direttamente dal proprietario del bene immobile, o da colui che avrà necessità di occupare il suolo pubblico, o da personale tecnico (geometri, architetti, ecc…) delegati. I costi per il rilascio dell’autorizzazione saranno di : 5 euro per spese di procedimento; 10 euro qualora sia necessario effettuar e il sopralluogo da parte degli agenti; 2 marche da bollo; importo della COSAP ovvero la tassa di occupazione di suolo pubblico calcolata. Quest’ultimo sarà calcolato dal personale dell’Ufficio, tenendo conto della durata dei giorni di occupazione, dei metri quadri che si andranno ad occupare e della Via nella quale sarà realizzata l’occupazione.


 


Decadenza dell’Autorizzazione.


 


La concessione dell’autorizzazione decadrà qualora si venga a verificare una della seguenti condizioni:


A) reiterate violazioni, da parte del concessionario o di altri soggetti in sua vece, delle condizioni previste nell’atto rilasciato;


B) violazione delle norme di legge o regolamentari dettate in materia di occupazione dei suoli;


C) uso improprio del diritto di occupazione o il suo esercizio in contrasto con le norme ed i regolamenti vigenti e, comunque, di quanto prescritto nella autorizzazione;


D) mancata occupazione del suolo avuto in autorizzazione senza giustificato motivo nei cinque giorni successivi;


E) mancato pagamento della tassa di occupazione di suolo pubblico. La presente autorizzazione può essere revocata in qualsiasi momento per motivi di pubblico interesse.


La decadenza non da diritto al rimborso o alla riduzione del canone pagato o ad altro indennizzo.


E’ fatto obbligo al concessionario di:



  • non cedere l’autorizzazione relativa all’occupazione del suolo pubblico in quanto la medesima è rilasciata a titolo personale;

  • esibire l’atto di autorizzazione di occupazione di suolo pubblico, se richiesto dagli agenti addetti alla vigilanza o dal personale degli uffici comunali autorizzati dal Sindaco;

  • mantenere in condizioni di ordine e pulizia il suolo che occupa facendo uso di appositi contenitori per i rifiuti;

  • ripristinare, a proprie spese, il suolo oggetto dell’autorizzazione, qualora derivino danni allo stesso a causa dell’occupazione.

Proroga dell’Autorizzazione.


 


Qualora i giorni concessi per l’occupazione non risultassero sufficienti, sarà possibile rinnovare la richiesta, presentando domanda almeno 2 giorni prima della scadenza della precedente autorizzazione. La proroga dell’autorizzazione sarà rilasciata presentando domanda di richiesta di proroga presso l’Ufficio di Polizia Municipale,  salvo che non vi siano cause ostative, previo pagamento della COSAP, ( tassa di occupazione di suolo pubblico, calcolata tenendo conto della durata dei giorni di occupazione, dei metri quadri che si andranno ad occupare e della Via nella quale sarà realizzata l’occupazione) . La proroga verrà annotata sull’autorizzazione originale a cura del Comando di Polizia Municipale. Non è comunque consentito ottenere più di due proroghe.


 


Esenzioni dal pagamento della Cosap:


In alcuni casistiche la richiesta di autorizzazione non è subordinata al pagamento della tassa per l’occupazione del suolo pubblico, come ad esempio: per iniziative politiche, sindacali o religiose senza fini di lucro e senza attività di vendita o somministrazione di alimenti o bevande, con durata entro le quarantotto ore; occupazione per traslochi o manutenzione vedere con scale, impalcature o altri mezzi con durata entro le otto ore, ed altri casi meglio descritti nell’apposito regolamento.


 


Richiesta Ordinanza di Chiusura Strada.


 


Qualora sia necessario provvedere alla variazione del normale regime di circolazione stradale, in occasione di lavori, unitamente alla domanda di occupazione di suolo pubblico sarà necessario richiedere anche apposita ordinanza di variazione della circolazione, presentando dell’apposita richiesta in carta libera (modulo ordinanza) presso gli Uffici della Polizia Municipale. Il rilascio dell’ordinanza prevede un costo di 10 euro.