Verbali: Limiti di velocità

Posted on: Mer, 26/09/2012 - 12:11   By: cerrai


Controlli di Velocità.


I controlli per le violazioni che riguardano il superamento di velocità sono effettuati attraverso l’uso dell’apparecchiatura Telelaser TruCam. Questo è impiegato sia sulle strade urbane di scorrimento che attraversano il territorio comunale, ove non è necessaria la contestazione immediata, in quanto inserite in apposito decreto prefettizio, sia in strade urbane.


 


 


 


In entrambi i casi durante l’effettuazione dei controlli gli utenti sono preventivamente avvertiti con apposita segnaletica, con cui viene data notizia del controllo elettronico della velocità in corso. Lo strumento consente di accertare violazioni, per entrambi i sensi di marcia, fino ad una distanza di 1200 m, effettuando la registrazione video e la foto della veicolo oggetto dell’infrazione.


 


La documentazione fotografica è così visibile nel momento in cui gli Agenti procedono alla contestazione immediata, e successivamente acquisibile presso l’Ufficio, con richiesta di accesso agli atti, da parte del trasgressore o altro soggetto legittimato.


Le violazioni previste nel caso di superamento di velocità e stabilite dall’art. 142 del C.d.S., possono essere di tre tipologie:



  • quando la velocità supera il limite entro i 10 km/h è prevista sanzione pecuniaria in misura ridotta pari a 41 euro, senza alcuna decurtazione di punti.

  • quando la velocità supera il limite fra 10 km/h e 40 km/h, è prevista sanzione pecuniaria pari a 168 euro, con decurtazione di 3 punti.

  • quando la velocità supera il limite fra 40 km/h e 60 km/h, è prevista sanzione pecuniaria pari a 527 euro, con decurtazione di 6 punti, sospensione della patente dal 1 a 3 mesi, riduzione del 30% non consentita;

  • quando la velocità supera il limite di oltre 60 km/h è prevista la sanzione pecuniaria in misura ridotta pari a 821 euro, con decurtazione di 10 punti, e conseguente sospensione della patente di guida da 6 a 12 mesi, , riduzione del 30% non consentita.

Per ogni infrazione che prevede la decurtazione dei punti patente, come disposto dall’art. 126 bis C. D. S.



  • è sempre necessario, che il proprietario comunichi il nominativo del conducente;

  • la comunicazione va fatta anche quando, alla guida del mezzo, sia stato lo stesso proprietario;

  • il proprietario ha 60 giorni dalla data di notifica per procedere alla comunicazione;

  • non è più automatica la decurtazione dei punti in capo al proprietario nel caso di suo silenzio;

  • in caso di silenzio, omessa comunicazione, il proprietario sarà soggetto ad una nuova ed autonoma sanzione da euro 284;

  • la comunicazione dei dati patente può essere presentata o direttamente al Comando o spedita allo stesso con RACCOMANDATA.

La comunicazione potrà essere effettuata:



  • da parte del proprietario del veicolo con il modello allegato al verbale notificato, indicando il nominativo del conducente se diverso o il suo se alla guida del veicolo;

  • da parte del conducente, con l’apposito modello di dichiarazione (modello comunicazione dati patente).