Seguendo l'asino e I racconti del re

Posted on: Gio, 10/11/2016 - 17:18   By: caroti
Al Teatro di Via Verdi domenica 13 novembre, una nuova compagnia per il piccolo teatro, porta il suo lavoro in scena. Si tratta di Policardia Teatro Centro Di Creazione Internazionale.
 
Policardia Teatro si occupa da oltre vent'anni di formazione teatrale per bambini e ragazzi in Versilia e più recentemente anche a Carrara Lucca e Pisa. Nel 2011 nasce il Centro di Creazione Teatrale Internazionale Policardia Teatro diretto dagli attori di Peter Brook, Mamadou Dioume e Bruce Myers, con sede a Viareggio, Toscana. L’idea di questo “vivaio” è scoccata in seguito all’incontro tra il direttore artistico di Policardia Teatro Andrea E. Moretti e Mamadou Dioume; dopo una serie di workshop in giro per l’Italia, il Centro di Creazione prende vita, ispirandosi all’esperienza del Théatre des Bouffes du Nord di Peter Brook a Parigi. Il Centro accoglie ragazzi e professionisti da tutta Italia che camminano insieme ormai da cinque anni, in un percorso prima di tutto umano oltre che teatrale. Nel corso degli anni anche altri grandi maestri come Jean-Paul Denizon, Jean Ménigault e Inno Sorsy si sono avvicendati nella continua formazione del Centro in costante scambio creativo con gli attori-allievi.
 
Durante questi anni hanno messo in scena“Abissi” tratto da “Il Signore delle Mosche”, “Il Crocicchio” di K. Efoui e “Andare verso...” dagli atti unici di Cechov per la regia di Mamadou Dioume; “I racconti di Cechov” per la regia di Bruce Myers; “L’Amore all’età di Giulietta” da Shakespeare e “Pianeta” dai racconti di Carrière per la regia di Andrea Elodie Moretti.
 
La nuove produzione, in scena al Teatro di Via Verdi domenica 13 alle 17.00 è: SEGUENDO L'ASINO da Il Segreto del Mondo di Jean Claude Carriére, regia di Andrea Elodie Moretti con Pietro Anastasi, Gabriele Finzi e Dario Impicciatore.Tre attori-cantastorie, attraverso parol, corpi e musica dal vivo, raccontano e impersonano le storie di un personaggio insopportabile e al contempo delizioso del folclore mediorientale: Nasreddin Hodja. Le sue storie vengono raccontate dappertutto, dalla Turchia alla Persia, dalla Siria all' Egitto, dove viene chiamato Goha. Le stesse storie le ritroviamo nella tradizione popolare ebraica, nella quale viene chiamato Ch'hâ, e in Africa del Nord, dove é più noto con il nome di Djeha o di Joha. Se ne trovano tracce fino in Polonia, dove prende il nome di Srulek. Costui offre uno straordinario miscuglio di ingenuità, cioè stupidità, ed estrema scaltrezza. Distribuisce a destra e a manca consigli che si guarda bene dal seguire, lui che si distingue per il gran numero di difetti. Siccome la vita gli sembra assurda, adegua il suo comportamento a questa assurdità.
 
Data la natura del personaggio, lo spettacolo risulta godibile sia per i grandi che per i più piccini.
 
A seguire, I RACCONTI DEL SOLE da Il Segreto del Mondo” di Jean Claude Carriére, regia di Andrea Elodie Moretti.
Lo spettacolo nasce da un lungo ed intenso lavoro sulla raccolta di racconti dell’umanità “Il segreto del mondo” di Jean-Claude Carrière, premio Oscar alla carriera 2015. Uno spettacolo che onora il Principio Femminile, inteso non solo come Donna, ma soprattutto come Creatività. Una ricerca di quel Principio della Creatività che si trova in ogni essere umano e che in tanti e tanti anni di evoluzione si è trasformato, perdendo la sua forma autentica.
"L’Acqua ci fa, siamo acqua, che cos’era l’acqua che siamo? L’acqua non conosce finzioni e ipocrisie. L’acqua spegne il fuoco della terra, ci chiude gli occhi, ci porta verso la notte e nella notte l’acqua, che scorre, si cheta. L’acqua è femmina, è oceano di energia, è femminilità.
L’energia femminile non contrasta il principio maschile perché lo contiene. Il femminile crea e risana. L’ingiusto, la distruzione, la morte sono solo nella nostra mente. I racconti del Sole sono nella luce delle danze e dei canti di uomini e donne. I racconti di Jean Claude Carriére ispirano un viaggio poetico tra armonie e parole che nascono come una richiesta. L’acqua è una richiesta di questo Pianeta" (Masaru Emoto)
 
 
Ingresso 10 euro – ingresso con vino e aperitivo 12 
 
 
INFO e PRENOTAZIONI
 
 
 

Quanto: Ingresso 10 euro – ingresso con vino ed aperitivo 12 

Contatti: 
Teatro di Via Verdi
E-mail: 
teatrodiviaverdi@gmail.com