Il Negozio d'altalene al Teatro di Via Verdi

Posted on: Lun, 13/11/2017 - 14:27   By: caroti
IL NEGOZIO D'ALTALENE
di e con Luca Oldani 
Teatro di Via Verdi - Vicopisano
Venerdì 17 novembre, ore 21.00
 
Avete mai pensato di vivere in altalena? E di viaggiare in altalena? Sicuramente occupa meno spazio di una casa, o di una macchina, un treno, un aereo, ma ha un problema: rimani sempre fermo. Non ti sposti, resti comunque nello stesso posto. Marco Polo, apre un'agenzia, dove racconta quando da bambino è riuscito a viaggiare senza mai spostarsi. Ispirato a “Le città Invisibili” di Italo Calvino, “Il Milione” di Marco Polo, “Se Venezia Muore” di Salvatore Settis, “Fondamenta degli Incurabili” di Iosif Brodskij, e “Morte a Venezia” di Thomas Mann, questo spettacolo è un inno al viaggio immaginario, al viaggio dei bambini, al viaggio più grande che possiamo fare e anche il più difficile; il viaggio dentro di noi. Un avanti e indietro continuo, supportato e amplificato da un repertorio di canzoni popolari che vanno dal 1940 al 1970. Attraverso cosa? La memoria, la più grande altalena mai costruita. Perché “i ricordi rimangono, e il restare non ha dove”. Lo spettacolo si avvale anche della collaborazione dell'associazione “120grammi”, associazione pisana composta da giovani architetti pisani, nata per promuovere l'architettura e le iniziative per la salvaguardia dell'architettura e per un'urbanistica responsabile. "Gli architetti di 120grammi, letto il testo e il mio progetto _ spiega Oldani _ si sono offerti con entusiasmo di progettare assieme a me le scenografie dello spettacolo, partendo dall'idea di un parco giochi. Il parco giochi, secondo noi, è la metafora perfetta di questa storia". 
Marco Polo si sposta e viaggia su un'arrampicata (ispirata all'abitacolo di Munari); un viaggio statico ma immaginario, infinito e senza costi.
 
Info e prenotazioni: teatrodiviaverdi@gmail.com
 
 
 
Contatti: 
Teatro di Via Verdi
E-mail: 
teatrodiviaverdi@gmail.com