L'affido raccontato da grandi registi

Posted on: Gio, 21/09/2017 - 17:00   By: caroti
L'Associazione Famiglia Aperta organizza, con il patrocinio del Comune, la seconda edizione della rassegna "L'affido raccontato da grandi registi", nella comunità familiare La Croce del Sud in via Dante Alighieri 41, a Caprona.
 
L'ingresso è gratuito, a fine serata ci sarà l'occasione per conoscere meglio questa realtà. La Comunità è stata creata da Famiglia Aperta e dal 2002 accoglie minori in difficoltà che nella famiglia di origine non hanno la possibilità di essere sostenuti in modo adeguato a un loro sano sviluppo. 
 
Il 22 settembre, alle 21.00 sarà proiettato La mia vita da Zucchina, un film di animazione pluripremiato
Zucchino non è un ortaggio ma un bambino (il cui vero nome era Icaro) che pensa di essere solo al mondo quando muore sua madre. Incontrerà nuovi amici nell'istituto per bambini abbandonati in cui viene accolto, tutti con storie di sofferenza alle spalle, ma c'è molto di più... e non vogliamo svelare di più su questo bel film. Poche parole di una recensione, tratta da MyMovies, descrivono bene quello che la storia racconta e come viene raccontata: "Un'opera che trova il giusto equilibrio tra dramma, commozione e speranza. Claude Barras (il registra, ndr) ha saputo mettersi ad altezza di bambino deprivato senza mai farsi tentare da uno sguardo dall'alto in basso. Lo ha fatto consegnando a ognuno dei protagonisti (pupazzi animati in stop motion) dei grandi occhi capaci di attrarre qualsiasi spettatore (bambino o adulto che sia) che non sia privo di sensibilità
 
29 settembre, alle 21.00, sarà proiettato "Lion - La strada verso casa", altro film pluripremiato con Nikole Kidman e Dev Pata
E' una storia vera quella che ha ispirato il film e finzione cinematografica e realtà, nella regia di Danny Boyle, si sovrappongono con eleganza e al contempo la forza di ciò che viene raccontato. 
Nel 1986, a soli cinque anni, Saroo va con il fratello più grande non lontano da casa, nel distretto indiano di Khandwa, per aiutarlo nel lavoro e stare con lui. Ma si addormenta... si risveglia solo e spaventato e sale su un treno fermo alla ricerca disperata del fratello. Il treno parte e il bambino, dopo 1.600 chilometri, si ritrova nella caotica Kolkata (calcutta), senza parlare il bengalese. Innumerevoli le peripezie che dovrà affrontare fino a quando... un film da vedere, fino in fondo, senza dubbio. 
 
 
Contatti: 
Simona Caroti
Ufficio Staff del Sindaco
E-mail: 
caroti@comune.vicopisano.pi.it