Occupazione suolo pubblico per propaganda politica

Posted on: Sab, 02/07/2016 - 11:28   By: caroti

La Giunta Comunale

Preso atto che in passato si sono verificati problemi per la collocazione di gazebo e/o punti informativi per iniziative di carattere politico durante manifestazioni organizzate nel territorio comunale su aree pubbliche.

Considerato che l'Amministrazione Comunale ritiene di dover assicurare a tutti i cittadini la libera espressione dei propri pensieri come sancito dalla Costituzione della Repubblica Italiana. 

Ritenuto comunque di dover predisporre un atto di indirizzo, altresì riepilogativo delle disposizioni in materiale, per gli uffici comunali circa il rilascio delle autorizzazioni per l'occupazione del suolo pubblico da parte di partiti, associazioni o comitati per la divulgazione di materiale informativo o raccolta firme o altre iniziative di carattere politico con il fine di un ordinato svolgimento di tali attività.

Visto il parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica del presente atto, espresso dal responsabile del servizio di Polizia Municipale, ai sensi degli artt. 48, comma 1 e 147 bis, comma i, del D.lgs. 267/2000.

Dato atto che il parere in ordine alla regolarità contabile viene omesso in quanto il presente provvedimento non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico-finanzaiaria o sul patrimonio dell'Ente.

Delibera

1) di stabilire che l'occupazione di suolo pubblico o privato a uso pubblico per le finalità sopra indicate è consentito esclusivamente per la raccolta firme, per l'esposizione di materiale informativo, cartaceo, video e altri prodotti di comunicazione e per favorire il contatto diretto con le persone;

2) di stabilire altresì che:

- per l'allestimento di tali presidi sono ammessi bandiere, stendardi, drappi, tavoli, sedie, eventuali ombrelloni o gazebo solari senza ancoraggi a terra. L'occupazione non può eccedere le dimensioni massime di metri 3x3;

- la collocazione delle strutture non dovrà in nessun caso ostacolare la normale circolazione veicolare, l'occupazione viene rilasciata a titolo gratuito in esenzione COSAP ai sensi dell'art.30 del regolativo regolamento comunale;

- l'autorizzazione è soggetta a imposta di bollo salvo i casi specifici di esenzione. Le istanze presentate all'Amministrazione Comunale dai partiti politici, al di fuori del periodo elettorale, sono soggette all'imposta di bollo fin dall'origine (cfr Risoluzione dell'Agenzia delle Entrare, n.89 del 01/04/2009);

3) di stabilire, inoltre, le seguenti disposizioni per la raccolta firme e propaganda;

a) raccolta di firme per le candidature elettorali (art. 14 c.3 L.53/90): l'occupazione del suolo pubblico per la raccolta di firme per candidature elettorali con banchetto (tavolo, sedie, gazebo), sente da imposta di bollo ai sensi del DPR 642/72 e successive modificazioni, può essere concessa dai 180 giorni antecedenti le votazioni;

b) raccolta di firme per campagne referendarie (L.352/70 e successive modificazioni) e petizioni legislative: l'occupazione del suolo pubblico per la raccolta di firme in occasione di campagne referendarie e petizioni con banchetto (tavolo, sedie, gazebo) è esente da imposta di bollo ai sensi del DPR 642/72 e successive modificazioni;

c) propaganda elettorale e propaganda referendaria: l'occupazione del suolo pubblico per propaganda (tavolo, sedie, gazebo, esente da imposta di bollo ai sensi del DPR 642/72 e successuve modificazioni può essere concessa dai 30 giorni antecedenti le votazioni.

d) le autorizzazioni per l'occupazione del suolo pubblico per attività politica sono rilasciabili:

- per ogni giorno in cui non vi sono manifestazioni autorizzate allo svolgimento su area pubblica;

- in occasione di mercati settimanali purché le strutture vengano collocate all'esterno dell'area di vendita in luogo da concordarsi con l'ufficio di Polizia Municipale; 

- è altresì consentita la collocazione dei gazebo o strutture simili su suolo pubblico quando la manifestazione viene svolta in area privata;

e) le autorizzazioni per l'occupazione del suolo pubblico per attività politica non sono rilasciabili nei seguenti casi: 

- in generale per luoghi ubicati a meno di 300 metri dal perimetro del luogo dove si svolge la manifestazione organizzata su area pubblica;

- durante mercati/fiere in occasione della festività del patrono nelle singole località del Comune;

- in occasione del mercatino del Collezionismo solo per Vicopisano capoluogo;

- in occasione della Festa Medievale solo per Vicopisano capoluogo;

- nelle vicinanze di luoghi di culto in occasione di feste religiose, processioni:

f) le domande di occupazione del suolo pubblico devono essere presentate all'Ufficio Protocollo o inviate al Comune in modalità telematica tramite PEC all'indirizzo comune.vicopisano@postacert.toscana.it almeno sette giorni prima della data per la quale viene richiesta l'occupazione del suolo pubblico utilizzando preferibilmente la modulistica predisposta dall'Amministrazione;

g) la richiesta non potrà avere carattere cumulativo salvo che essa sia presentata nei periodi elettorali per le specifiche finalità a carattere politico entro trenta giorni dalla data di inizio della consultazione (anche per comizi);

h) in occasione di elezioni si applicano le Norme per la disciplina della propaganda elettorale previste dalla legge 4.4.1956 n.212;

i) in caso di più domande coincidenti per data e  collocazione i richiedenti verranno chiamati dall'ufficio competente al rislascio per individuare una soluzione concordata in mancanza della quale avrà priporità chi ha presentato per primo la domanda;

l) se le circostanze lo richiedono al fine di evitare ostacoli agli accessi o allo svolgimeno di attività economiche nonché per garantire la sicurezza delle vie di transito possono essere disposte ulteriori limitazioni dei presidi e alle modalità di allestimento delle strutture per la propoganda;

m) gli uffici comunali sono tenuti al rispetto dei presenti indirizzi con decorrenza immediata, sono fatte salve le richieste di autorizzazioni già presentate.

3) di comunicare l'adozione del presente atto, contestualmente alla pubblicazione all'albo pretorio, ai capigruppo consiliari ai sensi dell'art.125 del D.lgs. 267/2000;

4) di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell'art.134, comma 4, del D.lgs 267/2000 dopo aver effettuato una separata e unanime votazione.

In allegato e all'Albo Pretorio la delibera originale

 

Contatti: 
Segreteria comunale
Tel: 
050/796505-09
E-mail: 
comunicazione@comune.vicopisano.pi.it